Web Agency Milano: Realizzazione siti Web, SEO, social media marketing, Web design e strategie digital per il tuo rilancio on line
2Waycom
 

Blog - 05/07/2016

Smartphone zombies o pedoni distratti.

Si arriva a modificare la segnalatica stradale. Non è follia?


Smartphone zombies o pedoni distratti.

L'attraversamento pedonale è diventato pericolosissimo, l'avete notato anche voi? Infatti non è solo pericoloso per i pedoni. È, ormai, altrettanto pericoloso per i conducenti di auto, moto e bici.
La colpa? Degli smartphone, ma non solo.

Partiamo da un dato: in Europa il 20% dei pedoni è distratto dallo smartphone.
Lo dimostrano i numeri, in un solo anno, secondo lo studio della William Paterson University, sono morti 4mila pedoni, mentre altri 70mila sono rimasti infortunati a causa della scarsa attenzione mentre si cammina per strada. Secondo i dati più recenti il 20% dei pedoni europei sono costantemente distratti dallo smartphone mentre camminano per strada. Va peggio negli Stati Uniti dove il fenomeno riguarda il 33% dei pedoni.
Allarmanti i dati americani. Il National Safety Council segnala che, dal 2000 al 2011, ci sono stati più di 11 mila incidenti provocati da pedoni distratti. Soprattutto perché telefonano e nel 12% dei casi perché stanno inviando messaggi.

Non va per niente bene ed è anche piuttosto imbarazzante dover ricorrere ai semafori per terra, lungo la carreggiata, ai bordi dei marciapiedi, in modo tale che siano visibili anche ai più distratti. Sta avvenendo in Germania, in Svezia, in America e in Corea.
Si tratta di luci rosse che segnalano ai pedoni quando attraversare la strada, per evitare di essere investiti, in concomitanza con il semaforo rosso che avvisa dell'arrivo del tram. A Stoccolma, negli scorsi mesi, sono comparsi alcuni cartelli che segnalano come pericolo proprio chi cammina senza staccare mai lo sguardo dal proprio smartphone.

Li chiamano "Smartphone zombies" in Corea i pedoni che camminano con il cellulare fisso in mano: per loro, a Seoul stanno testando una nuova segnaletica.
Nell'iper tecnologica capitale della Corea del Sud, con 50.8 milioni di abitanti e il più alto tasso di proprietà di smartphone del mondo intero, e i quartieri generali di LG e Samsung, i segnali saranno apposti in cinque zone della metropoli: Hongdae, City Hall, Yonsei University, e le due stazioni di Gangnam eJamsil.

Anche in Italia la situazione è grave, l'incidente mortale di Lisa Digrisolo, travolta da un Frecciarossa a Milano Certosa mentre attraversava i binari con le cuffie assorta nella musica, deve farci pensare.

Una incredibile trovata arriva invece dalla Valley Utah University che l'anno corso ha creato sulle scale dell'istituto una corsia dedicata a chi scrive al telefono mentre cammina in modo tale che non ci si sbatta contro e si rovini sulle scale

Cosa ne pensate?
Noi… nulla di buono.

2WayCom, c'è sempre un altro punto di vista.

Foto: Seoul Metropolitan Government